TG3

Shukran del 15/02/2010

  • Andato in onda:15/02/2010
  • Visualizzazioni:

Comandi da tastiera per il lettore multimediale

  • [Shift + P] Play / Pausa
  • [Shift + S] Stop
  • [Shift + F] Fullscreen
  • [Shift + C] Sottotitoli (se presenti)
  • [Shift + M] Mute
  • [Shift + Freccia Su] Alza il volume
  • [Shift + Freccia Giù] Abbassa il volume
  • [Shift + Freccia Destra] Avanti veloce
  • [Shift + Freccia Sinistra] Indietro veloce

A Cassibile, nel siracusano, c'e' attesa e preoccupazione per l'inizio della raccolta delle patate e l'arrivo di 500 braccianti stagionali stranieri. Il centro agricolo siciliano - dicono i piu' preoccupati - potrebbero fare esplodere una nuova Rosarno. L'inviata di "Tg3 Shukran" e' andata nelle campagne in provincia di Siracusa, dove c'e' il timore che si ripetano i fatti di Rosarno. Nei giorni scorsi, a Siracusa, e' stato arrestato padre Carlo D'Antoni, parroco di frontiera, da anni impegnato per i diritti dei migranti, con l'accusa di aver fatto parte di una organizzazione che forniva falsi documenti per il rilascio dei permessi di soggiorno. Poi, la storia di Zaira e Ewa, infermiere di origine straniera, oggi cittadine italiane. E' in aumento la presenza di infermieri stranieri negli ospedali, e la richiesta di personale nelle corsie e nelle case di cura private. Il maggior numero di infermieri proviene dalla Romania, a seguire dalla Polonia e dal Peru'. "Shukran", poi, torna a Palermo. Nel capoluogo dell'Isola da qualche settimana e' aperta la casa dell'immigrato, uno spazio dove i bambini dopo le lezioni imparano la lingua dei Paesi di origine, imparano informatica e musica. Un doposcuola pomeridiano per aiutare gli studenti a non perdere il contatto con la propria cultura di provenienza.

Sito

Vuoi rivedere o riascoltare un altro programma?

Commenti

Riduci
Navigazione alternativa dei video correlati