29/10/2020
24/07/2009

Esodo estivo
meno cantieri e più Tutor

Meno cantieri aperti, più informazioni ai viaggiatori, presidi e controlli nelle aree di sosta sulla rete stradale e autostradale italiana. E saranno oltre due milioni gli italiani che andranno in vacanza in treno nei prossimi due week end


Meno cantieri aperti, più informazioni ai viaggiatori, presidi e controlli nelle aree di sosta per verificare il rispetto delle norme sul decoro. Questi alcuni dei punti principali del piano per esodo estivo 2009 presentato dall'Anas e realizzato in stretta collaborazione con l'Aci.

Sulla rete stradale e autostradale in gestione diretta Anas, che conta 25.420 chilometri, è stata predisposta una serie di interventi e di azioni di carattere generale. Tra questi la riduzione dei cantieri e il rafforzamento delle misure di segnalazione all'utenza e relativa individuazione di percorsi alternativi; la sospensione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria nei giorni da 'bollino rosso'; una particolare vigilanza sugli incendi. Per quanto riguarda la rete autostradale in concessione, pari a 5.726 chilometri, l'Anas ha disposto la rimozione di tutti i cantieri mobili nei giorni di bollino rosso e comunque nei fine settimana, dalle ore 12 del venerdì alle ore 12 del lunedì successivo. I cantieri inamovibili nel mese di agosto saranno 42, di cui nessuno ad alta criticità, 8 a media criticità e 34 a bassa criticità.

Previsto inoltre l'impiego complessivo di circa 1.200 unità, tra personale di esercizio, infomobilità e tecnici per le attività di sorveglianza e pronto intervento, coordinati dalle strutture Compartimentali e l'utilizzo di circa 700 automezzi; verrà inoltre attivato il monitoraggio attivo 24 ore su 24 attraverso le 20 sale operative compartimentali Anas, in diretto contatto con la sala operativa nazionale e con il centro di coordinamento nazionale sulla viabilità del dipartimento di pubblica sicurezza e, in casi di emergenza, presso il centro di coordinamento emergenze della Protezione civile.

Più informazioni sul traffico e sulla viabilità. Per questo motivo, alle forme tradizionali di comunicazione e di informazione già avviate con la distribuzione di 500 mila opuscoli sulla rete autostradale italiana in concessione e gestita direttamente da Anas, si affianca l'opportunità offerta dal partenariato con l'Automobile club Italia che distribuisce presso le sue sedi territoriali le informazioni sulla viabilità. A queste formule si abbinano le nuove attività avviate sui media elettronici che consistono principalmente nella veicolazione di informazioni in tempo reale sul web, anche con il nuovo servizio 'Vai' ma anche una sperimentazione di relazione attraverso i social network come Facebook e nuovi modelli di comunicazione internet".


Tutor e sicurezza

Sulla rete di Autostrade per l'Italia prosegue l'installazione del Tutor, unico sistema che riesce a rilevare anche la velocità media. Grazie all'impegno di Autostrade per l'Italia sul fronte della sicurezza stradale, da venerdì 24 luglio la Polizia Stradale sarà in grado di rilevare sanzioni sulle seguenti tratte autostradali: A8, tra Busto Arsizio e Origgio Ovest in direzione sud; A8, Legnano e Gallarate in direzione nord; A30, tra Nola e Castel San Giorgio in direzione sud; A30, tra Nocera Pagani e l'allacciamento A30/A1 in direzione nord. È stata inoltre estesa la copertura in A7 e in A26. Nel dettaglio sono comprese le tratte su: A7, tra Isola del Cantone e Busalla in direzione sud; A7, tra Genova Bolzaneto ed Isola del Cantone in direzione nord; A26, tra l'allacciamento A26/Dir. Predosa-Bettole e Ovada in direzione sud; A26, tra l'allacciamento A26/A10 e A26/Dir. Predosa-Bettole in direzione nord. L'attivazione delle nuove tratte conferma l'impegno congiunto della Polizia Stradale e di Autostrade per l'Italia nella sicurezza contrastando i comportamenti pericolosi per la sicurezza della circolazione. La presenza del sistema di rilevazione della velocità viene segnalata agli automobilisti con largo anticipo, attraverso cartelli specifici. Il Tutor sarà attivo, in tal modo, su 2.220 km della rete autostradale nazionale. Nei primi 12 mesi di funzionamento, il Tutor, ha permesso di registrare una significativa riduzione della velocità medi (15%) e della velocità di picco (-25%), determinando anche una netta diminuzione dell'incidentalità e delle conseguenze alle persone: tasso di mortalità -51%; tasso incidentalità con feriti -27%; tasso di incidentalità -19%.


Fs oltre due milioni italiani in viaggio

Saranno oltre due milioni gli italiani che andranno in vacanza in treno nell'ultimo fine settimana di luglio e nel primo di agosto. Lo stima Ferrovie dello Stato, secondo cui "alla fine dell'estate saranno circa 20 milioni i vacanzieri che avranno preferito il treno all'auto e agli altri mezzi di trasporto per raggiungere le principali mete turistiche del Paese".
Per rispondere alla domanda di mobilità, Ferrovie dello Stato fa sapere che Trenitalia (gruppo Fs) "ha potenziato i servizi di assistenza delle principali stazioni mettendo a disposizione per l'estate circa 1.350 treni in più, tra convogli periodici e straordinari, che nei giorni di maggior traffico andranno ad aggiungersi all'offerta ordinaria". A ciò si aggiungono le "numerose" corse regionali programmate il sabato e i festivi.


Decalogo per chi viaggia

Viaggiare può comportare anche dei rischi per la salute. Per questo, prima di un viaggio, soprattutto se si sceglie di uscire dall'Europa, è importante conoscere la situazione del paese di destinazione e le vaccinazioni consigliate e usare una serie di precauzioni per ridurre al minimo i rischi.
L'Osservatorio Farmaci e Salute del Movimento Difesa del Cittadino ha realizzato un utile dossier "Viaggiare in salute",
disponibile anche nel sito dell'associazione www.mdc.it alla sezione "Viaggi e turismo", che raccoglie le principali nozioni e informazioni da sapere per non partire impreparati.

Ecco il Decalogo "Viaggiare in salute", realizzato a partire
dal dossier più approfondito:

- Viaggiare informati. Documentarsi con adeguato anticipo sulla
situazione sanitaria del paese di destinazione.
- Vaccini e profilassi. Provvedere ai vaccini e alle profilassi
eventualmente necessarie rivolgendosi alle ASL o a uno dei centri
di medicina dei viaggi della propria città.
- Assistenza sanitaria all'estero. Informarsi se esiste una
convenzione tra il paese extra europeo di destinazione e
l'Italia; nel caso non esista, stipulare un'assicurazione
sanitaria facendo attenzione all'entità della copertura e alle
clausole.
- Farmaci in valigia. Non dimenticarsi di portare medicinali per
i disturbi più comuni.
- Disturbi in viaggio. In aereo, secchezza dell'aria, variazioni
di pressione e immobilità possono provocare disturbi. In
macchina, treno e nave, il disturbo più frequente e' la
cinetosi. Per minimizzare i disturbi o per chi ha problemi
particolari (es. di circolazione), chiedere al proprio medico
consiglio prima di partire.
- Jet lag. Causato dal cambiamento di fuso orario, il jet lag
può essere minimizzato da chi vi soffre in modo particolare
utilizzando melatonina.
- Sole e caldo. Attenzione all'esposizione prolungata al sole e
alle alte temperature per evitare colpi di calore e colpi di sole.
- Insetti e animali. Prevenzione e' la parola d'ordine; si
raccomanda di seguire alcuni accorgimenti come: indossare abiti
chiari, evitare profumi, applicare repellenti sul corpo,
utilizzare le zanzariere la notte.
- Diarrea del viaggiatore. Per prevenirla, seguire particolari
precauzioni alimentari come: cuocere i cibi, bere acqua
imbottigliata, non usare il ghiaccio, lavarsi bene le mani prima
di mangiare.
- Al rientro. In caso di qualche disturbo, contattare il medico.

 

 

Vacanze estreme

Stanchi di una vacanza normale? Voglia di staccare veramente dalla realtà di tutti i giorni?  Alcune idee.

L'albergo più alto del mondo si trova a Shanghai. Situato negli ultimi 33 piani della Jin Mao Tower, alta 420 metri, offre certamente un panorama da record agli ospiti che decidono di soggiornarvi. Meraviglia della tecnologia, l'albergo è in grado di oscillare oltre i 75 centimetri quando c'è un forte vento. A Las Vegas potrete trovare l'hotel più veloce del mondo grazie alle montagne russe che circondano l'albergo, offrendo agli ospiti l'opportunità di fare un tour panoramico ad una velocità che fa perdere il fiato.

Spazio e indisturbata solitudine. Sono le principali caratteristiche di un resort a Petra. L'albergo è costruito sull'orlo del deserto arabico in Giordania. Dispone di una splendida piscina dalla quale si possono ammirare gli antichi templi di Petra, città patrimonio dell'Unesco.

Quello più inquietante si trova a Lucerna, in Svizzera, e non ha nulla delle tranquille atmosfere delle montagne svizzere: l'albergo nasconde un particolare a dir poco insolito: le sbarre alle finestre. Era una prigione femminile che, completamente rinnovata e trasformata, ha voluto mantenere alcuni dettagli della sua "vita" passata, tra cui porte e finestre originali.
È possibile anche prenotare una stanza nella città più a nord del mondo, Murmansk, situata nell'estremo nord della Russia occidentale, vicino al confine finlandese e 200 chilometri oltre il Circolo Polare Artico. A Ushuaia, la città più a sud del mondo, è possibile godere di uno dei più suggestivi panorami del pianeta soggiornando ad un resort con annessa spa, di fronte alle spiagge del canale di Beagle, braccio di mare situato all'estremità dell'America meridionale nell'arcipelago della Terra del Fuoco.

Ma è italiano l'albergo più bello del mondo 2009. Secondo la rivista americana Forbes che ogni anno stila una classifica dei migliori 400 alberghi del pianeta, la regina di bellezza di quest'anno è il Villa d'Este di Cernobbio. Situato sulle sponde del lago di Como, uno dei più romantici laghi al mondo, il Villa d'Este ha ospitato i nomi più noti dello star system mondiale, da Alfred Hitchcock a Elizabeth Taylor, Frank Sinatra, Barbra Streisand, Madonna, Mick Jagger, Bruce Springsteen, Ava Gardner, Robert De Niro e il 'vicino di casa' George Clooney, solo per citarne alcuni.