25/01/2021
08/06/2009

Pdl vince a Nord e Sud, il Pd in Emilia e Toscana

Alle amministrative avanza la destra, che conquista enti locali di sinistra soprattutto al nord e al sud. La sinistra tiene in Toscana e Emilia, ma non toglie nulla agli avversari.

AMMINISTRATIVE: AVANZA DESTRA A NORD E SUD.

Alle amministrative avanza la destra, che conquista enti locali di sinistra soprattutto al nord e al sud. La sinistra tiene in Toscana e Emilia, ma non toglie nulla agli avversari. Per le provinciali, a Napoli Luigi Cesaro del Pdl batte col 59% l'ex ministro Pd Luigi Nicolais, a Milano Guido Podesta' del Pdl ipoteca il ballottaggio con un 48,8 contro il 38,8 di Filippo Penati del Pd. Ballottaggio anche a Torino e Venezia. Per le comunali, a Bologna Flavio Delbono del Pd manca per un soffio l'elezione al primo turno, a Firenze Matteo Renzi del Pd va al ballottaggio con Giovanni Galli del Pdl.

EUROPA AMARA PER PD E PDL, VOLANO LEGA E IDV, BENE UDC.
Europa amara per Pdl e Pd. Il Pdl non fa il balzo al 40% auspicato da Silvio Berlusconi e arretra al 35,3% (22), due punti in meno rispetto a un anno fa. Il Pd perde piu' di sette punti rispetto alle politiche e finisce al 26,1% (29 seggi). La Lega vola al 10,2% (9), raddoppia l'Idv (8%, 7), cresce l'Udc (6,5%, 5). Le sinistre radicali nel complesso prendono oltre il 6%, ma divise fra Vendola e Ferrero non superano la soglia del 4%. Niente quorum per radicali e alleanza Lombardo-Storace.

LA RUSSA, VINTO SU CALUNNIE: FRANCESCHINI, CONFERMA PROGETTO
Per il coordinatore del Pdl, Ignazio La Russa, Berlusconi ha vinto alle Europee nonostante attacchi e calunnie. Per il segretario del Pd Franceschini, ''se l'Italia non si sveglia sotto un padrone assoluto, e' merito del Pd'', che dalle europee esce ''con la conferma del proprio progetto politico''. Bossi coi suoi si e' detto soddisfatto e ha commentato che per il governo nulla cambia. Di Pietro apre al Pd e si dice pronto a costruire un'alternativa di governo a Berlusconi. Casini respinge le avances del Pdl per le amministrative, la sinistra radicale si scambia accuse per il quorum mancato.

BERLUSCONI MANCA TRAGUARDO 3 MILIONI DI VOTI A EUROPEE
Berlusconi alle europee incassa 2,7 milioni di voti, ma manca l'obiettivo dei 3 milioni. Il premier e' battuto in Friuli dalla giovane avvocata del Pd Debora Serracchiani e in Sicilia dal governatore Lombardo. Al secondo posto per le preferenze c'e' David Sassoli del Pd. Seguono De Magistris (Idv), Bossi (Lega), Di Pietro (Idv), Rita Borsellino (Pd), La Russa (Pdl), Cofferati (Pd). Passano Ciriaco De Mita e Clemente Mastella, il sindaco di Firenze Domenici (Pd) e l'ex di Milano Albertini (Pdl), il giornalista Magdi Cristiano Allam (Udc) e la presentatrice Barbara Matera (Pdl). Bocciato Emanuele Filiberto di Savoia.§

EUROPEE: AVANTI PPE E XENOFOBI, TONFO SOCIALISTI
Astensionismo, avanzata di euroscettici e xenofobi, crollo dei socialisti e conferma della leadership dei Popolari sono i dati politici di queste europee. L'avanzata dei verdi e' la sorpresa maggiore. Il successo dei popolari garantisce la rielezione di Barroso alla guida della commissione. Mario Mauro del Pdl e' in gara con il polacco Jerzy Buzek per la presidenza del parlamento. In Gran Bretagna crollano i laburisti, in Francia va bene Sarkozy e male il Partito socialista. In Germania calano sia Cdu/Csu che Spd, in Spagna e Portogallo sono sconfitti i socialisti Zapatero e Socrates.