28/08/2014
08/03/2011

Cent’anni
di 8 marzo

Da cento anni, l'otto marzo, in tutto il mondo si festeggia la donna. Una festa di genere, perché da sempre le donne hanno avuto bisogno di rivendicare il loro ruolo e di far sapere al mondo quanto sia difficile essere moglie, madre, lavoratrice

Da cento anni, l'otto marzo, in tutto il mondo si festeggia la donna. Una festa di genere, perché da sempre le donne hanno avuto bisogno di rivendicare il loro ruolo e di far sapere al mondo quanto sia difficile essere moglie, madre, lavoratrice.

Il 13 febbraio il comitato spontaneo formato da donne aveva lanciato il "Se non ora quando?", per dire no alla riduzione del corpo femminile a oggetto attraverso il quale si può raggiungere il successo, con l’intento invece di affermare le proprie capacità e chiedere più spazio in una società tendenzialmente maschilista.

E anche per l’8 marzo il comitato ha organizzato una lunga giornata di appuntamenti in tutta Italia, con iniziative che coinvolgono 50 città, e che si spinge anche oltreconfine, con appuntamenti a Londra, Amburgo e Sidney

E il Quirinale organizza la cerimonia "150 anni: donne per un'Italia migliore", alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che evidenzierà il ruolo avuto dalle donne nel Risorgimento.

Ma non bisogna dimenticare che, l'istituzione di questa festa è legata a un fatto tragico nella storia delle donne. L'8 marzo del 1908, a New York, 129 operaie morirono nel rogo dell'industria tessile dove lavoravano, dopo aver avviato uno sciopero che durava da giorni contro le durissime condizioni imposte dal proprietario Mr. Johnson. E nel 1911, sempre a New York, ci fu un altro gravissimo incidente che coinvolse delle lavoratrici che si erano mobilitate per chiedere diritti.

L'idea di una giornata mondiale dedicata alla donna venne alla luce nel 1910, durante il congresso socialista delle lavoratrici di Copenaghen. La data dell'8 marzo fu scelta invece da Rosa Luxemburg, teorica socialista e rivoluzionaria tedesca, che volle una giornata di mobilitazione in ricordo della tragedia newyorkese.


Clicky