21/09/2020
14/11/2012

Violenti scontri a Roma
Diversi i feriti in tutta Italia

CRONACA - Durissime cariche della polizia a Roma dove gli studenti sono stati dispersi con jeep blindate. Un manifestante è stato violentemente e ripetutamente colpito al volto da un agente. A Torino un poliziotto è stato gravemente ferito. Numerosi i fermi in tutta Italia

Un fiume di ragazzi, migliaia di liceali che marciano verso il centro di Roma.  A poca distanza, altri cento, mille duemila ragazzi, stessi volti, qualche anno in più, sono gli universitari , anche loro in marcia. I cortei si intrecciano, il fiume si ingrossa, è rumoroso. Il centro della Capitale è a due passi, in un silenzio irreale, con i suoi palazzi delle istituzioni, già presi di mira questa mattina dagli estremisti di destra di Blocco Studentesco e ora ancora più blindati e inaccessibili.

Questi ragazzi sono in piazza, insieme ai loro insegnanti, per chiedere diritti e istruzione, per difendere la scuola pubblica, non per cercare lo scontro con le forze dell’ordine. E allora si tratta con la polizia per il percorso e si devia il corteo, ci si allontana dal centro. Purtroppo non basta perché come sempre spunta una minoranza di violenti mascherati che prende la testa del corteo. Caschi da motociclisti in testa, scudi di cartone, formazione a testuggine e parte lo scontro. Una prima carica della polizia, ragazzi picchiati e fermati, feriti anche fra le forze dell'ordine. Poi lanci di bombe carta e sanpietrini. Poi una seconda carica. Alla fine 17 i feriti fra le forze dell'ordine, tra gli studenti non si sa. 

A Torino un poliziotto è stato gravemente ferito dagli autonomi davanti alla sede della Provincia di corso Inghilterra a Torino. E' stato accerchiato da una ventina di giovani, armati di bastoni e mazze da baseball, che lo hanno colpito alla testa spaccandogli il casco e a un braccio. Il poliziotto è stato portato all'ospedale Mauriziano. 

Anche a  Padova due poliziotti sono rimasti feriti nel corso degli scontri. Il primo agente ha una gamba lacerata da una bomba-carta che ha oltrepassato la tuta di servizio, l'altro ha avuto un mancamento in seguito allo scoppio di un analogo ordigno rudimentale.

Tensione anche a Milano dove la protesta degli studenti si é rivolta, sin da subito, contro le vetrine delle banche e in particolare contro quelle del Punto Enel di via Broletto, nel centro città. Qui, come nella filiale Unicredit poco prima, le vetrine sono state colpite e mandate parzialmente in frantumi, oltre a subire la consueta dose di vernice spray