25/01/2021
05/12/2009

No B day
la protesta nata dal web

Un appello via web per chiedere le dimissioni del premier Silvio Berlusconi e che ha raccolto oltre 350 fans. Oggi raggiunge la piazza, il No B day, raduno nato sul web. In contemporanea con Roma, sono previsti cortei in altre città italiane ed all'estero


Il "popolo della rete" per il 'No Berlusconi Day' ha organizzato proteste davanti a ambasciate e consolati italiani in numerose città del globo, a cominciare - per questioni di fuso orario - da Sydney. Da est a ovest sono previsti sit in e mini cortei però anche a Berlino, Madrid, Copenaghen, Londra, Parigi, Barcellona, San Francisco, Buenos Aires, Rio De Janeiro, Chicago, New York, Washington e numerose altre. A Bruxelles, un 'No B Day' si è tenuto ieri.

Dopo la pioggia di ieri, a Roma è una luminosa giornata. Gli organizzatori sperano in 350mila persone e sottolineano che i politici non saranno sul palco: la manifestazione appartiene ai cittadini che si sono mobilitati sulla rete. Il corteo partirà alle 14 da piazza della Repubblica e culminerà alle 15.30 con una introduzione musicale, quindi dalle 16.30 gli interventi tematici e infine il concerto finale con artisti come Roberto Vecchioni, Er Piotta, Skiantos, Ratti della Sabina. La logistica ha organizzato 700 pullman, 4 treni speciali, una nave dalla Sardegna. Ad accogliere i 350mila attesi a Roma ci sono 250 volontari. L'evento sarà trasmesso in diretta da Rainwes24, SkyTg24, tg3 web, RedTv, e Youdem.tv.

Distinguo dal Pd, anche se diversi leader parteciperanno in prima persona come Dario Franceschini, Debora Serracchiani, Giovanna Melandri, Ignazio Marino. "Il Pd ci sarà comunque in piazza, attraverso migliaia di aderenti e tanti suoi dirigenti. Ci sarà come deve esserci: con rispetto, ripeto. Io ci vado anche perché ci sarà tanto partito", spiega oggi in una intervista la presidente Rosy Bindi. Per Franco Marini i colleghi di partito che partecipano sono "troppi". Sottolineando la differenza dal Pd, il leader dell'Italia dei valori Antonio Di Pietro parteciperà "da cittadino" ed ha invitato tutti gli iscritti e i simpatizzanti del suo partito a scendere in piazza. Di Pietro trasmetterà la diretta della manifestazione dal suo blog. Saranno presenti all'evento - ma anch'essi non saliranno sul palco - gli esponenti dei partiti di sinistra che stamane sono riuniti al teatro Brancaccio, a Roma, per l'assemblea della Federazione della sinistra: Paolo Ferrero (Prc), Oliviero Diliberto (Pdci), Cesare Salvi (Socialismo 2000) e Giampaolo Patta (Lavoro e solidarietà). Per il portavoce del Pdl Daniele Capezzone la manifestazione avrà "un unico effetto concreto", "quello di portare nuovi consensi al Pdl".

Dal palco di piazza San Giovanni parleranno, oltre agli organizzatori del 'No B day', artisti, giuristi, scienziati e rappresentanti della società civile, ognuno a spiegare in che modo il berlusconismo sta distruggendo pezzi della società italiana. Previsto anche Nanni Moretti, l'animatore un tempo dei 'girotondini'. E poi Dario Fo e Franca Rame, Ascanio Celestini, Antonio Tabucchi, Margherita Hack, Moni Ovadia, Salvatore Borsellino e tanti altri. E' previsto anche un messaggio del premio nobel portoghese per la letteratura Josè Saramago. Dalle 18.30, concerto con artisti come Roberto Vecchioni, Er Piotta, Skiantos, Ratti della Sabina.