25/01/2021
02/11/2010

Gay
è peggio

All'inaugurazione del salone del ciclo e motociclo alla Fiera di Milano-Rho il Premier appare tonico e scherzoso "Meglio essere appassionato di belle ragazze che gay" ha detto. Berlusconi non accenna alla bufera di questi giorni sul caso Ruby, ma preferisce giustificarsi con una battuta omofoba

"Meglio essere appassionato di belle ragazze che gay". (GUARDA IL VIDEO)
 Berlusconi non accenna alla bufera di questi giorni sul caso Ruby, ma preferisce giustificarsi con una battuta omofoba.  All'inaugurazione del salone del ciclo e motociclo alla Fiera di Milano-Rho il Premier appare tonico e scherzoso, attacca i giornali e promette che arriverà alla fine della sua legislatura.

Sul caso Ruby il Presidente del Consiglio incolpa la stampa: "Non leggete più giornali perché vi imbrogliano, vedrete che su questa vicenda ci sarà solo una tempesta di carta, vedrete come non ci sarà stato null’altro che un atto di solidarietà che mi sarei vergognato di non fare, lo faccio da sempre".

E poi l'attacco alla stampa, che "imbroglia": "Fermare i media che pubblicano le intercettazioni per un periodo tra i 3 e i 30 giorni". Per questo torna a parlare della necessità di fare la legge sulle intercettazioni: "il Governo proporrà un’iniziativa parlamentare sulle intercettazioni, che prevederà tra l’altro il fermo da tre a 30 giorni per i media che le pubblicheranno indebitamente. Le intercettazioni saranno ammesse solo per reati legati al terrorismo internazionale, alle organizzazioni criminali, agli omicidi e alla pedofilia".

Poi rassicura che non cadrà il governo: "Dovete essere tranquilli, il governo ha la maggioranza e ha intenzione di arrivare fino alla fine della legislatura".

Ma le parole del Premier non sono piaciute all’Arcigay, che col suo presidente Paolo Patanè afferma: "Questa frase è espressione di una cultura machista, arretrata e offensiva per le persone omosessuali ma anche per donne. Una frase che proviene da un atteggiamento di disprezzo nei confronti della dignità delle persone e che conferma il clima imbarazzante e grottesco in cui il presidente del Consiglio sta precipitando il Paese. Berlusconi - ha concluso Patanè - si scusi con tutti, con le persone omosessuali e con donne per una frase dietro la quale c’è una visione del mondo femminile che non fa onore al capo del governo di un Paese dell’Unione europea".

L'affermazione di Berlusconi ha infastidito anche all'opposizione:“Il posto ideale per Berlusconi non è certo palazzo Chigi ma una bettola di periferia - dice il leader Idv, Antonio Di Pietro - Oggi, infatti, abbiamo avuto l'ennesima prova dell`inadeguatezza del signor Silvio Berlusconi a ricoprire il ruolo di presidente del Consiglio. Berlusconi vive ancora nell'età della pietra, anzi, peggio: vive nell'era delle discriminazioni razziali, sessuali, etniche e religiose".


La deputata del Pd Ileana Argentin, membro della commissione affari sociali della Camera ha dichiarato:  "Di un Premier omofobo e senza alcun tipo di autocontrollo non abbiamo certo bisogno. Sarebbe il caso, a questo punto, che si ritiri a vita privata a meditare sulle sue fortune e che eviti al Paese ulteriori figuracce risparmiandoci giudizi dal sapore di fatwa talebana".