25/01/2021
08/12/2009

"Chiesa essenziale
Tettamanzi da rispettare"

Il segretario di Stato Vaticano, Bertone interviene nella polemica aperta dalla Lega e chiede rispetto e verità per l'arcivescovo di Milano Tettamanzi

"L'impegno della chiesa nella vita sociale è essenziale per la societa italiana".
Lo ha detto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lasciando la Biblioteca ambrosiana dove ha incontrato il Cardinale Segretario di Stato Tarcisio Bertone e l'arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi, al centro nelle ultime ore di critiche da parte della Lega.
Poco prima, lasciando la biblioteca ambrosiana Tarcisio Bertone aveva detto: "Raccomando il rispetto e la verità anche per l'arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi" definendolo "un grande Pastore".
"Non sono ancora un martire...", lo aveva interrotto, con una battuta ironica Tettamanzi, che era accanto a lui.

Solidarietà da più voci al Cardinale Tettamanzi.

AVVENIRE. "Slogan indegni, senza misericordia e senza verità ". Avvenire commenta così in un editoriale le affermazioni di chi "è arrivato a sostenere che l'arcivescovo di Milano si occuperebbe 'politicamente' solo di rom e di musulmani e non avrebbe mai difeso il crocifisso".
"Ci sono polemiche - sostiene la testata cattolica - che fanno rumore, ma portano vergogna e imbarazzo solo su chi le scatena, non certo su chi le subisce. E' il caso di quella sguaiata scatenata nei confronti dell'arcivescovo di Milano, Cardinale Dionigi Tettamanzi, da un articolo della 'Padania', giornale leghista, e da un'intervista del Ministro Roberto Calderoli".  Contro il cardinale Tettamanzi sono state indirizzate "parole gravi e vuote, che - si legge ancora nell'editoriale - hanno suscitato il calore del popolo attorno al proprio pastore e lapreoccupata e trasversale reazione di tanti rappresentanti delle istituzioni e dei diversi partiti".


IL VATICANO. E padre Lombardi, portavoce vaticano rinnova stima incondizionata a cardinale ed esprime "stupore e disappunto" per l'attacco subito dalla Lega e, al contempo, "rispetto e stima
incondizionata" all'arcivescovo di Milano "pastore autorevole e guida instancabile".

Padre Lombardi, che da voce alla popsizine del Vaticano, si dice "amareggiato" per gli attacchi subiti dall'arcivescovo di Milano, punto di riferimento della Chiesa italiana per il suo impegno a favore "dell'accoglienza  degli immigrati, della promozione umana e dell'aiuto ai più deboli".

"Non si può parlare di lui - aggiunge padre Lombardi - con espressioni non rispettose o addirittura offensive e non ha senso cercare di contrapporlo ad altre autorità ecclesiastiche. Non è certo questa la via per contribuire al bene comune, che è al centro delle  preoccupazioni del Cardinale Tettamanzi".