25/01/2021
31/03/2010

Province e Comuni:
chi vince e chi perde

Anche alle amministrative vince il centrodestra. Ma a Venezia e Lecco sconfitti i ministri leghisti

Fallisce la corsa degli uomini di governo Renato Brunetta e Roberto Castelli alle poltrone di primi cittadini rispettivamente di Venezia e Lecco. E' la grande sorpresa delle amministrative al Nord, dove la Lega aveva sbaragliato nelle Regionali e si trova a perdere in due città come Lecco e Venezia. Ma il centrodestra conquista tutte e quattro le province in cui si è andato al voto, confermandone una (Imperia) e strappandone tre al centrosinistra (L'Aquila, Caserta e Viterbo). Particolarmente dolorosa per il Pd, la sconfitta di Stefania Pezzopane, la piccola e combattiva presidente che non le ha mai mandate a dire a Berlusconi sulle vicende del terremoto. Pezzopane ha perso circa 15 punti dal 59,6% del 2004. Bersani ha tenuto a spiegare che a L'Aquila città e nel "cratere" del sisma, la Pezzopane è andata bene. A punirla è stata la parte meno colpita della provincia abruzzese.

A Venezia, il successore di Massimo Cacciari sarà Giorgio Orsoni che, con il 51,18%, batte Brunetta che ottiene il 42,58%: la Lega si ferma all'11,16% non replicando nel capoluogo veneto il successo ottenuto invece a livello regionale dal neo governatore Luca Zaia. Sorpresa anche alle comunali di Lecco dove il candidato del centrosinistra Virginio Brivio con il 50,22% strappa la poltrona di sindaco al centrodestra che correva con il viceministro alle Infrastrutture, il leghista Castelli.

Il centrosinistra vince al primo turno anche a Lodi e a Vibo Valentia dove rispettivamente Lorenzo Guerini e Michele Soriano confermano la guida 'rossa' dei due comuni. Il centrodestra si consola strappando agli avversari Chieti e, nella regione di Nichi Vendola, Andria: nel capoluogo abruzzese vince Umberto Di Primio con il 61,36% e nel comune pugliese la vittoria è di Nicola Giorgino che, con oltre il 58%, sbaraglia i due avversari Nunzio Liso, appoggiato da Pd, Sinistra ecologia e libertà e Rifondazione, e Giovanna Bruno, sostenuta con un esperimento pressochè unico a livello nazionale da Idv e Udc.

Vanno al ballottaggio i comuni di Mantova, Macerata e Matera, i primi due fino a oggi in mano al centrosinistra, il capoluogo lucano in mano al centrodestra. Il secondo turno delle amministrative si svolgerà domenica 11 aprile e lunedì 12.