06/06/2020
02/01/2020

Tutti al cinema. Più 13% per incassi e presenze

Nuovo record di Checco Zalone ma tira tutto il cinema italiano. Nel 2019 630 milioni gli introiti nelle sale e 97 milioni i biglietti venduti




È un successo senza precedenti, quello ottenuto da Checco Zalone e dal suo Tolo Tolo in un solo giorno di programmazione. Il nuovo film del comico pugliese ha battuto ogni record, superando di quasi due milioni l’incasso di Quo Vado, il precedente record, sempre targato Checco Zalone. 


Secondo quanto riportato da Cinetel, società che rileva il 95% del box office dell’intero mercato, Tolo Tolo ha già incassato 8,68 milioni e siccome i giorni di vacanza non sono finiti si prevedono ulteriori successi.

Ottimi risultati anche per gli altri film in programmazione nelle sale: Jumanji – The Next Level su tutti, ha incassato altri 681 mila euro e sale a quota 7,8 milioni.

Insomma andare al cinema è tornato di moda e questo nonostante le offerte crescenti dell’home video casalingo.

Sempre secondo Cinetel, i risultati del mercato in sala durante lo scorso anno sono stati ottimi con un incasso complessivo di oltre 630 milioni e un numero di biglietti venduti che supera i 97 milioni. Si tratta, rispetto al 2018, di un incremento di più del 14% degli introiti e di più del 13% delle entrate. Il migliore risultato dell’ultimo triennio.

Per quanto riguarda le produzioni italiane, incluse le co-produzioni, si evidenzia un incasso di oltre 130 milioni per un numero di presenze pari a più di 20 milioni di ingressi ed una quota sul totale del 21% circa. Un dato, in termini di valore assoluto, che migliora il risultato del 2018 il quale era a sua volta superiore all’anno 2017 di quasi il 24%.

I tre film che hanno registrato il migliore risultato al box office sono: “Il Re Leone” (37.5 milioni d’incasso), “Avengers: Endgame” (30.2 milioni) e “Joker” (29.3 milioni).

“Il 2019 si è chiuso con un gran successo per noi, ha detto Mario Lorini, Presidente Anec, l’Associazione che riunisce gli esercenti dei cinema. L’Italia è in vetta a mercati europei con una crescita complessiva che non si registrava da anni e il 2020 riserva grandi sorprese con l’arrivo di molte opere italiane dalle grandi aspettative”.