21/09/2020
24/06/2020

Gli italiani amano il green. Mercato da 7 miliardi

Cresce la voglia di sostenibilità. Il 70% degli italiani preferisce prodotti a basso impatto ambientale




Gli italiani sono sempre più sedotti da prodotti ecosostenibili . Da un recente sondaggio di Nomisma emerge infatti che il 65% avrebbe intenzione di usare meno plastica nell’anno in corso e il 64% vorrebbe sprecare di meno.


Un paniere, quello dei prodotti green, che vale quasi 7 miliardi di euro, con un 3,4% di aumento rispetto all’anno precedente.

Quello che gli analisti notano però è che ancora manca una buona comunicazione da parte delle aziende verso chi è più passivo rispetto al discorso della sostenibilità. Oggi infatti solo un prodotto su quattro del largo consumo riporta in etichetta le informazioni sul riciclo dell’imballaggio.

E questo comporta sprechi che si potrebbero evitare. Il vetro, per esempio. Pur essendo un materiale completamente riciclabile in molti casi sulle confezioni non viene ricordato come deve essere smaltito.

Durante l’emergenza Covid è emerso inoltre che molti cittadini non sanno dove buttare guanti e mascherine usati, mentre al momento dell’acquisto il consumatore dovrebbe ricevere le informazioni utili per lo smaltimento.

Una cosa positiva è però che il post virus sta favorendo nel campo alimentare prodotti provenienti da filiere territoriali e quindi più sostenibili rispetto ai prodotti d’importazione.

Un altro sprone verso la sostenibilità viene dall’Europa. La nuova programmazione per il piano sull’economia circolare impone a tutti i governi di emettere, entro il 2020, leggi e decreti che prevedano l’obbligo della riparazione e della durata dei prodotti. Leggi che, una volta entrate in vigore, ridurranno lo spreco e aiuteranno sia le imprese che i consumatori a riflettere sempre di più sul significato dell’acquisto responsabile.