31/08/2014
20/02/2012

La Germania
sceglie il
presidente

Sarà con ogni probabilità Joachim Gauck. Pastore protestante militante dei diritti umani nell’ex Germania Est, gode in Germania di una grande popolarità e di una riconosciuta autorità morale

"Vi prego di non aspettarvi che io sia un superman o un uomo senza errori". Lo ha detto il ‘quasi’ presidente della Repubblica Federale tedesca Joachim Gauck, che succederà a due presidenti dimissionari travolti appunto dai loro 'errori'. Nato a Rostock, in Meclemburgo-Pomerania Anteriore (nord-est), nel 1940, Joachim Gauck, gode in Germania di una grande popolarità e di una riconosciuta autorità morale.

Dopo lo scandalo che ha visto coinvolto Christian Wulff, sospettato di illecito pubblico, la coalizione di governo tedesca e larga parte dell'opposizione governativa hanno scelto il 72enne, pastore protestante militante dei diritti umani nell’ex Germania Est. "La cosa più toccante - ha detto Gauck, è che un uomo che è stato per 50 anni in una dittatura sia chiamato al vertice dello Stato".

Dal canto suo, la cancelliera tedesca, che ha dovuto anche rinunciare al suo viaggio a Roma, ha sottolineato che le trattative sono state 'intense' e le proposte 'diverse'. La Merkel si è poi Soffermata sul profilo dell'attivista che contribuì a rendere pacifica la rivoluzione che portò alla disgregazione della Ddr.

Gauck era il candidato dell'Spd e dei Verdi nel giugno 2010 contro Wulff, che la Merkel aveva finito per far eleggere. La stessa  Merkel lo definisce un "professore di democrazia" .

Clicky