22/10/2014
13/01/2011

Tesoro e Bankitalia discordano
sui dati delle entrate fiscali

Buoni i dati forniti dal ministero dell’economia: + 0,7%. Calerebbero invece per la Banca d’Italia, che avverte: il debito pubblico ha raggiunto un livello record

Ancora una volta il Tesoro e Bankitalia non concordano. Questa volta si tratta dei dati delle entrate fiscali. Secondo il ministero dell’Economia nelle casse dello Stato nei primi 11 mesi del 2010 sono entrate più tasse, + 0,7%. Secondo Palazzo Koch invece c’è stato un calo dell’1,7%, e il debito pubblico avrebbe raggiunto un livello record.

Secondo il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia le entrate fiscali sono aumentate nei primi 11 mesi dell’anno, e c’è una consistente crescita del gettito dell’Ire e dell’Iva, in linea con le previsioni. Molto buono anche il bilancio dei proventi della lotta all’evasione fiscale, +15,9% rispetto al corrispondente periodo del 2009.

Tutt’altra la situazione secondo le statistiche della Banca d’Italia: nello stesso periodo le entrate tributarie sarebbero state pari a 326.761 milioni di euro, e avrebbero fatto segnare un calo dell’1,07% rispetto allo stesso periodo del 2009. Anche a causa di questo calo il debito pubblico avrebbe raggiunto un livello record, toccando quota 1.869,924 miliardi di euro.