20/12/2014
18/02/2012

Tosi il ribelle

Causa della rimozione dal vertice del parlamento padano l'assenteismo del sindaco scaligero alle riunioni. Lui tace e attende il prossimo Congresso della Liga veneta

tosiPrivato della corona di vicepresidente del parlamento della Padania il sindaco 'ribelle' di Verona Flavio Tosi. Questa l'ultima mossa nello scacchiere del Carroccio tra il primo cittadino scaligero, deciso a vincere le prossime amministrative con una lista a suo nome e i vertici della Lega Nord.

All'origine della drastica decisione ci sarebbe l'assenteismo di Tosi alle riunioni del parlamentino, ma anche le posizioni assunte di recente, “di ispirazione nazionalista” e quindi distanti dal federalismo padano. “Tosi non era mai presente alle riunioni ed era inutile che occupasse la carica -
spiega il senatore Piergiorgio Stiffoni – così l'ufficio di presidenza diretto da Calderoli ha preso la decisione”.  Per l'assessore veneto Roberto Ciambetti, aver sfilato Tosi dal mazzo delle carte del parlamento padano è “un fatto quasi naturale”, per di più deciso da qualche giorno, ovvero dall'ultima assemblea del parlamento del Nord a Sarego in provincia di Vicenza.

“Strano che se ne parli solo oggi - aggiunge - tuttavia va ricordato che Tosi non può prendersi carico dell'impegno parlamentare e di una difficile campagna elettorale nella sua città. Verona è il capoluogo leghista più importante del veneto. Del resto la scelta di Dozzo mi sembrava inevitabile: la sua conoscenza del mondo leghista è superiore a tutti”. Di tutta la vicenda per ora il diretto interessato non parla. Preparandosi, da scacchista di rango, non solo sulla scena politica, alla prossima mossa. Nessuna intenzione di indietreggiare, comunque, confermano gli ambienti a lui vicini.

Gli stessi che sussurrano a mezza voce le sospette coincidenze dell'annuncio della defenestrazione di Tosi. Annuncio fatto trapelare oggi da Roma, si sottolinea, da ambienti notoriamente vicini al 'cerchio magico' ostile al sindaco veronese. Forse serviva dare ora la notizia, ipotizza qualcuno nell'entourage di Tosi, perchè ci si avvicina sempre più alla scadenza dei congressi provinciali del Carroccio di Padova e Treviso. Ma soprattutto al congresso regionale della Liga veneta. La vera
resa dei conti.