23/10/2014
21/06/2011

Arriva l'estate

Sembra un governo balneare di quelli destinati a durare solo un'estate e invece il Premier dai 64 denti spera ancora di portare avanti la barca

Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie.
Cosi' Ungaretti e certo non poteva prevedere di mettere in poesia lo stato di salute del Governo Berlusconi. Chi tira da una parte, chi tira dall'altra e in mezzo sempre lui, il Cavaliere. L'uomo del fare costretto ormai al dire, a tamponare di continuo le falle che si aprono nella maggioranza. Un Presidente idraulico che più tempo passa e meno puo' fidarsi degli altri. Begli amici. Prendi Gheddafi, dopo tutto quello che ha fatto per lui si ostina a non voler mollare il potere e non vuole accettare esili dorati. Eppure se togliesse il disturbo risolverebbe un problema anche al Cavaliere oltre che al popolo libico. A settembre scade il finanziamento della missione. Finirla sarebbe bene per tutti e accontenterebbe anche la lega che quelli stanno sempre a chiedere e non si accontentano mai, pure il ministero sotto casa vogliono.
Il Cavaliere ormai si appisola spesso alle riunioni quando superano i tre minuti. I pensieri attraversano velocissimi la sua mente, si vede che c'e' poco traffico.
Cavaliere, si cambia stagione, la primavera e' finita e siamo in estate, ne approfitti ora che poi arriva l'autunno.


>> guarda la vignetta

 

 

L’angolo acuto
© Riproduzione riservata ( 21 Giugno 2011 )