14/12/2018
19/07/2018

Vacanze. 1 italiano su 3 in ferie con cani e gatti

Guida a chi va in vacanza con gli animali. E in treno il cane viaggia gratis





Cani e gatti stanno cambiando le vacanze degli italiani. Più di un italiano su tre va in ferie con loro. In tutto sono sette milioni gli animali quest’anno pronti a salire su auto, treni o aerei insieme con i padroni. Cliccando su internet non si contano le strutture che ospitano con sconti e offerte gli amici più fedeli dell’uomo, tra residence, agriturismi e alberghi. E tanti gli accorgimenti e i consigli suggeriti per non compromettere la buona riuscita della vacanza.

La prima premessa è che gli animali sono abitudinari e non bramano come noi di andare in ferie. E qui i consigli si sprecano. Dal valutare bene la durata del viaggio, a capire se è il caso di portare l’amico a quattro zampe con sé.

I gatti, per esempio, hanno bisogno di 4-5 giorni per adattarsi al cambiamento, quindi i soggiorni brevi non fanno per loro. Poi è necessario  raccogliere tutte le informazioni possibili riguardo alle regole di trasporto su treni, aerei e traghetti, soprattutto se si va all’estero. Infatti in ogni Paese esistono regole di viaggio diverse, da vaccinazioni obbligatorie a documenti particolari.

Se si prevede un viaggio in auto il codice della strada obbliga a portare l’animale in una gabbia o nella parte posteriore dell’abitacolo, diviso da una rete. Un suggerimento del web è di fare sempre una pausa ogni 3-4 ore per consentire al cane o al gatto di fare i suoi bisogni, sgranchirsi le gambe e bere acqua. In autostrada esistono autogrill con Fidopark, aree verdi attrezzate con percorsi di agilità.

Cane e gatto non dovrebbero mangiare prima della partenza, soffrono di nausee come noi e spesso hanno paura dell’auto. Inoltre l’aria condizionata non deve essere più bassa di 5 gradi rispetto alla temperatura esterna. Un consiglio è di mantenere le loro abitudini alimentari che cambiate potrebbero portare disturbi importanti.

Se viaggiano in aereo non tutte le compagnie accettano animali a bordo anche se negli ultimi anni sono sempre più numerose quelle che consentono di portarli in cabina. Ma occhio al peso e all’età. Non vengono accettati animali in gravidanza, in calore o inferiori ai tre mesi. Bisogna poi essere muniti di un passaporto europeo che dichiari che l’animale è sano.

Cani e gatti devono essere sistemati all’interno di un trasportino speciale con doppio fondo e una raccomandazione che viene dai veterinari è sedarli con gocce di tranquillante naturale prima della partenza. Sedazione obbligatoria se i cani viaggiano nella stiva.

Niente problemi per i viaggi in nave. Le principali compagnie permettono agli animali di entrare addirittura in cabina.

Infine una notizia che arriva dalla compagnia Italo per un’iniziativa anti abbandono. Per incentivare i viaggi in treno con gli animali nel periodo estivo, quelli che pesano più di 10 kg non pagano il biglietto. Già 400 i bonus distribuiti ai viaggiatori. Gli animali possono usufruire di uno spazio accanto al padrone e un kit che comprende un tappetino monouso e una ciotola per acqua e cibo.