17/10/2018
08/10/2018

 Lauree o diplomi. Ecco chi guadagna di più

Al primo impiego vincono gli ingegneri. Stipendi più alti per gli uomini




Serve ancora oggi laurearsi? Meglio dottori o diplomati? Se lo stipendio è  una delle priorità, le migliori gratificazioni arrivano senza dubbio con il titolo di studio di più alto livello.

Secondo il 25esimo rapporto di OD&M Consulting i neolaureati al loro ingresso nel mondo del lavoro hanno una retribuzione fissa in media pari a 26.608 euro, il 15,8% in più rispetto ai non laureati. Lo scarto poi aumenta andando va avanti nella carriera e dopo 3-5 anni la percentuale arriva a superare il 17%.

Naturalmente contano anche le diverse tipologie di lauree. Quelle che offrono una retribuzione migliore alla prima occupazione sono quelle tecnico scientifiche (26.600 euro) e in particolare quelle ingegneristiche per le quali la retribuzione media al momento dell’ingresso nel mondo del lavoro sale a 28.180 euro.

Le lauree invece che in qualche modo rendono meno sono quelle umanistiche (22.400 euro), in particolare quelle legate alle materie letterarie (20.976). I laureati in discipline giuridico-economiche hanno poi una retribuzione superiore alla media del 3,5%.

Una ulteriore differenza si registra negli stipendi tra uomini e donne.

Quelli dei primi sono sempre più alti indipendentemente dai titoli di studio e dall’anzianità professionale anche se emergono alcune differenze. Fra i laureati lo scarto tra donne e uomini è sempre inferiore rispetto ai non laureati.

Infine per capire se il proprio stipendio è proporzionato a responsabilità e competenze c’è il servizio Quantomipagano di Gi Group.