01/11/2014
23/01/2012

Ue-Iran
Embargo
petrolifero

L'Unione Europea approva un pacchetto di misure contro l'Iran per protesta contro il programma nucleare di Teheran. Intanto la portaerei Usa Lincoln attraversa lo Stretto di Hormuz senza problemi

Embargo petrolifero contro il programma nucleare di Teheran e nuove sanzioni contro la Banca Centrale iraniana. E' questo il pacchetto di misure approvato a Bruxelles dai Paesi dell'Unione, che in giornata dovranno ratificare l'accordo. "Il blocco - spiega il ministro degli Esteri Terzi - non avrà un impatto significativo sulle forniture globali".
 
Soddisfatto l'alto rappresentante per la politica estera dell'Unione Europea Catherine Ashton: "ci auguriamo che le nuove sanzioni convincano Teheran a tornare al tavolo dei negoziati". Superate dunque le resistenze di quei Paesi che importano greggio dall'Iran, prima fra tutti la Grecia.

Adesso si attende la reazione di Teheran, che a inizio gennaio aveva minacciato di chiudere lo stretto di Hormuz, da cui transita il 20 per cento del petrolio estratto nel mondo, e di affondare qualsiasi nave da guerra in navigazione nello stretto. Minacce al momento sorde, che non hanno impedito alla portaerei americana Lincoln, scortata da navi inglesi e francesi, di attraversare Hormuz senza incidenti.

Clicky