19/09/2019
19/12/2012

America a mano armata
Qualche dato

STAMPA ESTERA - Da Washington, a Twitter, a Newtown e ritorno, imperversa il dibattito; all’indomani della strage della Sandy Hook School, ecco qualche dato per meglio mettere a fuoco il contesto. Di Elspeth Reeve

The Atlantic Wire (USA), 17 dicembre 2012



5%
: la popolazione degli Stati Uniti sul totale di quella mondiale


50%: la percentuale del totale delle armi del pianeta possedute da cittadini americani (fonte CNN)

IN CALO: il numero degli americani che possiedono armi, dice il grafico a sinistra, elaborato su dati Gallup e General Social Survey e relativo agli anni 1959-2010

IN AUMENTO: il numero di armi possedute da quegli americani di cui sopra

-18%: tra il 1973 e il 2010 la percentuale di nuclei familiari che possiedono armi da fuoco è diminuita. Trent'anni fa erano il 50%, nel 2010 il 32%. Dati del National Opinion Research Center dell'Università di Chicago

65%  delle armi da fuoco negli Stati Uniti è nelle mani di appena il 20% dei possessori. Nel dibattito sul controllo delle armi prima o poi viene fuori che il possesso delle armi è tradizione diffusa in una bella fetta del Paese (vedi l'editoriale sul National Review di lunedì 17 dicembre). Resta il fatto che la percentuale di americani che possiede molte armi è in realtà abbastanza ristretta

+ 47%  il numero di persone ferite da armi da fuoco in maniera abbastanza grave da richiedere ricovero ospedaliero (tra 2001 e 2011). Nel 2001 erano 20844; nel 2011 erano 30759 (vedi Wall Street Journal) . Si muore meno in seguito a ferite da arma da fuoco? E perché? Perché gli ospedali sono diventati migliori nella cura di ferite traumatiche del genere

13,96% il numero dei deceduti in seguito a ferite da arma da fuoco nel 2010

-2 PUNTI PERCENTUALI: la variazione in percentuale delle persone decedute in seguito a ferite da arma da fuoco nel 2010 rispetto ai tre anni precedenti (negli anni antecedenti i dati venivano rilevati in maniera diversa, è pertanto difficile fare una comparazione, sempre secondo il Journal)

62 le stragi negli Stati Uniti dal 1982

3/4 delle armi utilizzate nelle stragi erano regolarmente registrate (vedi su “Mother Jones”). Semiautomatiche e mitra le più usate in quelle occasioni

- 20%  il possesso di armi da fuoco per gli uomini dal 1980 (fonte CNN). I maschi bianchi sono una porzione dell'elettorato che va restringendosi e anche chiaramente il target delle inserzioni pubblicitarie dedicate alle armi da fuoco. Eccone un esempio nella campagna natalizia di Bushmaster per il calibro .223, usato nel massacro della Sandy Hook School di Newtown (foto a sinistra)

10% le donne che possiedono armi da fuoco (fonte CNN)

56%: la percentuale di maschi bianchi contrari a leggi più restrittive secondo Greg Sargent, Washington Post. Il 53% sono bianchi non laureati  


54% la percentuale di americani favorevoli a leggi restrittive in fatto di possesso delle armi nel sondaggio della ABC News

59%: le donne favorevoli a leggi più severe sulle armi (ABC News)

60% contro 39% le percentuali, rispettivamente, di cittadini americani residenti nelle regioni occidentali favorevoli a un maggiore controllo sulle armi da fuoco nel Paese, e dei contrari. Come prevedibile si tratta di un indice che varia da regione a regione. Gli stati del sud sono in percentuale più ostili nei confronti di eventuali nuove leggi che regolino la materia (50 contro 46%). Nel Midland si riscontra un 49% contro il 48%; nelle regioni nord orientali il 67% vorrebbe leggi più severe contro il 31% dei contrari. Secondo Kieran Healy il Sud sarebbe la regione più violenta degli Usa.

1 MILIONE: saranno a breve i cittadini in Florida con permesso speciale per il trasporto di armi da fuoco nascoste  

52% la percentuale di americani favorevoli al bando delle armi semi automatiche