21/11/2019
18/07/2019

A Murabilia la moda dei giardini giapponesi per combattere lo stress

Piante e rituali dell’estremo oriente alla mostra mercato di giardinaggio a Lucca dal 6 all’8 settembre





..............................

Una moda ormai dilagante in Italia per combattere ansia e stress. Dedicarsi al giardinaggio, coltivare orti in terrazzo. Ma è la filosofia legata ai giardini giapponesi, frutto di una attenta e precisa cura che trasforma piccoli spazi verdi in oasi di pace e in spazi rigeneranti, ad attrarre di più.


Un interesse che ha spinto gli organizzatori di Murabilia, a dedicare la 19esima edizione della mostra mercato di giardinaggio in programma sulle Mura di Lucca dal 6 all'8 settembre, proprio a piante, odori e tradizioni della cultura nipponica.

Una cultura che oltre ad appassionati e curiosi attira anche tanti giovani amanti non solo della cucina giapponese, ma anche di tutte le tradizioni del Paese del sol levante come il mondo della botanica.

A Murabilia un’intera sezione della mostra, chiamata Young gardening, cercherà di sensibilizzare proprio  le nuove generazioni sul mondo delle piante addentrandosi in rituali e insegnamenti tipici del popolo nipponico.

E questo grazie a Lucca Crea, la società del Comune che organizza tra le varie cose il festival Lucca Comics & Games e gestisce il Polo Fiere e che ha da sempre uno sguardo speciale sul mondo giovanile.

Il tema della mostra “Sguardi a Oriente” farà da guida ai visitatori tra  aceri, anemoni, crisantemi, bambù, sino ad alcune preziose orchidee da collezione che, per l’occasione, avranno uno spazio d’onore nelle serre dell’orto botanico lucchese.

Si imparerà un vocabolario che comprende nomi noti come bonsai, ikebana e origami e nomi ancora nuovi in Italia, come medaka (pesciolini da collezione), marimo (una curiosa alga avvolta a palla), koinobori (bandiere beneaugurali a forma di carpa).

Tra gli ospiti internazionali il botanico russo Michail S. Romanov e il cacciatore di piante, vivaista e scrittore americano Daniel J. Hinkley.

E poi personaggi di reputazione europea come il giardiniere transilvano Razvan Chisu che dirige la rivista inglese The Saxifrage magazine, il collezionista francese Olivier Colin, l’inglese specialista di alberi africani e scrittore John Grimshow, il paesaggista olandese Abraham Rammeloo che dirige in Belgio il più famoso arboreto europeo e altri ancora.

Tra piante e natura ecco mostre come Botalia, allestita nelle serre dell’orto botanico di Lucca o un’altra dedicata al pino, su come viene rappresentato nell’arte giapponese, curata dall’artista, famoso bonsaista Carlo Cipollini. E poi ancora due esposizioni dedicate agli attrezzi tradizionali insieme a conferenze, incontri e presentazioni.

Tra gli ospiti anche il maestro giardiniere televisivo Carlo Pagani e l’agronoma Maria Cristina Pasquali che porrà l’accento su piante che, partite dal Giappone come specie ornamentali, si sono accomodate tanto bene in Italia da comportarsi come infestanti nei nostri ambienti naturali, colonizzando rive di torrenti, bordi di strada e scarpate.

Un’intera sezione di Murabilia sarà poi dedicata alla rassegna “Piante e saperi” con la presentazione di novità librarie di settore.