22/10/2014
18/05/2011

Parmalat
contro Lactalis

Il Cda di parmalat ritiene troppo basso il prezzo fissato dai francesi per scalare la società

Il Cda di parmalat ritiene troppo basso il prezzo fissato dai francesi per scalare la società

Il Consiglio d’amministrazione di Parmalat boccia l'Opa lanciata da Lactalis e tenta di sbarrare la strada ai francesi. All'unanimità e dopo oltre tre ore di consiglio, i vertici del gruppo di Collecchio ancora guidato dall'amministratore delegato, Enrico Bondi, fanno quadrato e si dicono contrari ai 2,6 euro per azione messi sul piatto dalla famiglia Besnier per conquistare il controllo della multinazionale emiliana del latte.

Sebbene non sia emersa un'indicazione su quale sia il prezzo ritenuto congruo, il consiglio ha ritenuto all'unanimità che il corrispettivo offerto non rappresenti il valore del capitale economico di Parmalat nel contesto di un'operazione di presa di controllo. In altre parole,l'offerta - che partirà il prossimo 23 maggio - andrebbe rivista all'insù, avvicinandola quindi a quei 2,80 euro pagati per rilevare il 15,4% dai tre fondi nelle scorse settimane.

Il che significherebbe alzare il controvalore massimo dell'Opa di altri 260 milioni di euro fino a 3,63 miliardi. Una cifra che però i francesi non hanno alcuna intenzione di tirar fuori dalle tasche. Del resto quanto espresso dal Cda di Parmalat non è altro che una raccomandazione che non avrà ricadute sullo svolgimento dell'Opa. Il documento verrà inoltrato a breve alla Consob che dovrà valutarlo e poi verrà reso noto al mercato.

D'altro canto, l'obiettivo dei francesi è quello di chiudere l'offerta almeno col 55% del capitale in modo di centrare una delle condizioni dell'operazione.

Superato l'appuntamento col Cda di Parmalat - probabilmente l'ultimo dell'era Bondi -, adesso si aspetta il Tar del Lazio che domani si esprimerà sull'esposto presentato dai consumatori che avevano chiesto la sospensione dell'Opa.Iil Codacons ha inviato anche un esposto al Pm di Milano, Francesco Greco, chiedendo il sequestro del provvedimento col quale la Consob ha autorizzato l'Opa di Lactalis.