19/09/2019
17/09/2019

Treviso invasa dai fumetti. Torna il Comic Book Festival

Oltre 250 autori da tutto il mondo per la manifestazione che coinvolgerà tutti i luoghi storici della città. A Treviso dal 26 al 29 settembre




Un’anatra gigante che sovrasta il centro storico di Treviso. È il simbolo della locandina di una delle manifestazioni più attese in Veneto a fine mese, soprattutto dagli appassionati del fumetto.


La decima edizione del Treviso Comic Book Festival, in programma dal 26 al 29 settembre, porterà nel capoluogo veneto tante novità. Illustrazione, fumetto, ma anche musica, design, grafica, letteratura, cinema oltre a una grande mostra mercato il 28 e il 29 settembre.


Si tratta di un festival, come si usa dire “diffuso” perché si estende dai musei civici alle gallerie private, dalle librerie ai negozi e locali pubblici, dalle piazze alla sala borsa.

Negli anni la manifestazione ha raggiunto un respiro internazionale attirando autori da tutto il mondo. Quest’anno sono oltre 250 e saranno coinvolti in 15 mostre, workshop, eventi e conferenze.

Tre luoghi di prestigio accoglieranno le esposizioni di punta di questa edizione. Palazzo Giacomelli ospiterà le opere di Jon McNaught, l’astro nascente del fumetto inglese; Gabriella Giandelli, una delle più importanti fumettiste italiane, matita di Internazionale e Repubblica, troverà casa agli Spazi di Fondazione Benetton e presenterà proprio a Treviso il suo nuovo libro “Centottantasei disegni per Repubblica”; la statunitense Jen Wang, l’affermatissima autrice vincitrice del Prix Jeunesse di Angouleme e del premio Eisner nel 2019 col volume “Il Principe e la Sarta” terrà una personale nella preziosa cornice di Ca’ dei Ricchi.

La sede espositiva di Palazzo Robegan alzerà poi il sipario su altre quattro mostre: quella dell’americano Jason Howard, matita per sceneggiatori come Robert Kirkman (The Walking Dead) e Warren Ellis, con la novità “Cemetery Beach”; quella dedicata all’italiano Thomas Campi, una personale dedicata a un autore poliedrico che lavora per l’Italia, per gli Stati Uniti e per la Francia, e ancora quella della giovane Giorgia Marras “Sissi. Imperatrice, donna, ribelle” col fumetto dedicato a Elisabetta d’Austria e infine le tavole dedicate all’infanzia di Noemi Vola e Andrea Antinori.

Anche le gallerie d’arte e gli spazi culturali della città veneta apriranno le porte all’evento. Sarà possibile ammirare alla B#S Gallery i lavori dell’osannata illustratrice francese Cecile Dormeau, col suo lavoro che esplora il corpo femminile abbattendo cliché e stereotipi di genere, e quelli della svedese Sara Andreasson, altra artista vicina al femminismo.


C’è poi l’ironica e irriverente autrice tedesca Nadine Redlich, a Spazio Solido.

Un ritorno gradito è quello di Sala d’Arme di Porta Santi Quaranta. La storica sede accoglierà le magiche opere a pastello del canadese Matt Forsythe.

E ancora, alle pareti della Galleria del Liceo Artistico spazio agli “Incantesimi dal futuro” della londinese Sophy Hollington, giovane talento dell’incisione.

 

Ma non solo. Locali pubblici e negozi ospiteranno  illustrazioni e tavole a fumetto di tanti autori, mentre eventi musicali e attività per i più piccoli animeranno la città. Infine l’immancabile Mostra Mercato, che quest’anno trova sede all’ex palazzo della Questura, dismesso da anni e riconsegnato per l’occasione alla città.

QUI le nomination per i premi "Boscarato",  assegnati durante la manifestazione.