10/07/2020
13/09/2014

Immigrati, naufragio nel Mediterraneo: morti e decine di dispersi

CRONACA - Un battello con un numero imprecisato di migranti è naufragato a 300 miglia a Sud-Est di Malta

nauf

In un primo momento si era parlato di 400 morti, in realtà pare che a bordo dell'imbarcazione naufragati ci fossero una trentina di persone. Una ventina i dispersi, ma a questo punto le speranze di trovarli in vita sono davvero poche. I naufraghi hanno raccontato di essere stati speronati da un'altra barca, anche se non è ancora chiaro in che modo possa essere accaduto. Al momento si contano due morti, mentre sono nove i migranti recuperati, due i bambini una in gravi condizioni. in mare sarebbero stati avvistati altri cadaveri che saranno recuperati a breve. iI naufragio è avvenuto a 300 miglia a sud est di Malta al largo delle coste libiche e nella zona sono al lavoro navi italiane e maltesi. I superstiti sono stati portati in elicottero all'ospedale di Chania nell'isola di Creta.  

L'allarme era stato lancato ieri dal mercantile panamense Pegasus che stava soccorrendo un barcone con a bordo 386 migranti. Durante la navigazione verso Pozzallo i marinai del Pegasus hanno avvistato in mare 2 naufraghi che sono stati portati a bordo e hanno raccontato la tragedia che avevano vissuto. I soccorsi sono scattati immediatamente e nella zona sono stati dirottati anche alcuni mercantili che hanno collaborato alle operazioni di ricerca. A Crotone intanto sono stati sbarcati 956 migranti salvati in mare in queste ore, 81 i minorenni. Alcuni sono stati trasferiti subito in ospedale per le cure mediche, altri sono stati trasferiti nel cara di isola Capo Rizzuto, mentre il resto sarà distribuito nelle varie regioni italiane secondo il piano disposto dal ministero dell'Interno.