21/11/2019
17/01/2012

Poche righe
In cronaca

Due giovani rumeni hanno bloccato e disarmato un rapinatore italiano che aveva fatto irruzione, pistola alla mano, in un autogrill. Una notizia passata quasi del tutto inosservata. E se fosse stato il contrario?

Due giovani rumeni hanno bloccato e disarmato un rapinatore italiano che aveva fatto irruzione, pistola alla mano, in un autogrill. A parti invertite molti giornali e televisioni avrebbero dato discreto spazio all’accaduto. In questo caso, purtroppo, non è successo. Poche righe in cronaca.

Intorno alla mezzanotte di ieri un romano di 47 anni è entrato nell’autogrill di un’area di servizio sul grande raccordo anulare, che aveva scelto come obiettivo per mettere a segno una rapina. Si è avvicinato alla cassa e, armato di pistola, ha intimato ai sei clienti presenti nel locale di buttarsi a terra. Dopo aver minacciato e aggredito la cassiera, ha forzato il cassetto del registratore riuscendo a impossessarsi del denaro.  Mentre un dipendente chiamava il 113 due clienti rumeni, di 24 e 27 anni, raggiungevano il rapinatore, lo disarmavano e ne ostacolavano la fuga. Grazie al loro intervento i carabinieri hanno potuto arrestare il rapinatore.