26/10/2014
13/06/2012

Atene. In aumento gli attacchi xenofobi

Le comunità di immigrati in Grecia denunciano alla stampa l'aumento di attacchi ai danni dei cittadini stranieri dopo le elezioni del 6 maggio

Atene. In aumento gli attacchi xenofobi
Ekathimerini, Grecia 12 giugno 2012


Dopo che un cittadino egiziano è stato brutalmente picchiato al Pireo, i rappresentanti di varie comunità di stranieri in Grecia hanno denunciato al quotidiano “Ekathimerini” l'aumento
degli attacchi xenofobi dopo le elezioni del 6 maggio, quelle che hanno visto aumentare in maniera considerevole il consenso nei confronti del partito neonazista Alba Dorata.

"Dopo le elezioni le cose sono peggiorate" dice Reza Gholami, leader dell'Associazione degli Afghani. "Non passa giorno senza che qualcuno venga assalito da persone che non vogliono solo spaventare, ma uccidere. Puntano e picchiano alla testa, in gruppo. Di molti episodi non si sa niente, perché gli immigrati non li denunciano alle autorità. Temono per la loro vita, perché magari non hanno i documenti o i soldi per affrontare una causa in tribunale".

Un altro immigrato, che ha voluto rimanere anonimo, ha raccontato cosa succede nel quartiere di Atene dove abita, Aghios Panteleimonas. "Ad attaccare sono delle gang, che arrivano in motocicletta o a piedi. E se si accorgono della presenza di testimoni, cominciano a gridare che la loro vittima è un ladro"

Martedì scorso un pescatore egiziano è stato picchiato brutalmente nella sua casa di Perama, al Pireo, dopo che un gruppo di assalitori aveva fatto irruzione nella sua casa. Tre suoi coinquilini ce l'hanno fatta a scappare, mentre il 28enne ha riportato la frattura della mascella e del naso e altre ferite. E c'è chi racconta che quello stesso giorno degli sconosciuti hanno avvicinato altri egiziani che vivono nei paraggi per minacciarli di ritorsioni, qualora avessero tentato di testimoniare sul fatto. Sei sospetti, tra i quali una ragazza diciottenne, sono stati fermati. Un esponente di Alba Dorata non ha saputo dire se i fermati appartengano o no al partito di estrema destra.

Secondo il quotidiano britannico “The Guardian” di martedì il candidato di Alba Dorata Ilias Panagiotaros avrebbe detto "Se Chrysi Avgi (Alba Dorata) andrà in Parlamento, ci saranno retate negli ospedali e negli asili per cacciare gli immigrati e i loro figli, in modo che i Greci possano prendere il loro posto"