21/11/2019
20/03/2013

Cipro dice no al prelievo forzoso sui conti

CIPRO - Lo ha deciso il Parlamento cipriota, che ha respinto l'ipotesi del'Eurogruppo, ritenuta indispensabile per accedere agli aiuti di Ue e Fmi. Su 56 parlamentari, i voti contrari sono stati 36 e 19 le astensioni

“No al prelievo forzoso sui conti correnti”. Lo ha deciso il Parlamento cipriota, che ha respinto l'ipotesi del'Eurogruppo, indispensabile per accedere agli aiuti di Ue e Fmi. Su 56 parlamentari, i voti contrari sono stati 36 e 19 le astensioni.
Ma già prima del voto si paventava una un simile esito: lo speaker del Parlamento, il socialista Yiannakis Omirou, aveva invitato i parlamentari a votare contro il salvataggio "ricattatorio dell'Unione europea”. Ci può essere una sola risposta: no al ricatto. Questa decisione non è altro che una rapina dei depositi bancari. La nostra richiesta - ha detto Omirou - dev'essere che questo accordo va rinegoziato. Se approviamo questa tassa non ci sarà più nessun investitore estero che lascerà da noi i suoi soldi”. anche il presidente, Nicos Anastasiades aveva annunciato la decisione del principale partito di governo di astenersi e il ministro delle Finanze, Michakis Sarris aveva smentito le voci di dimissioni.

Ma adesso c’è da capire come affrontare una situazione bollente, che rischia di riflettersi negativamente su tutta l’Unione. Il presidente Anastasiades ha convocato a sorpresa i leader dei partiti per un vertice di emergenza, che servirà "a esaminare un piano alternativo per risolvere la situazione che potrebbe emergere dagli sviluppi del voto parlamentare". E’ probabile che il parlamento cipriota tenterà di rinegoziare l'accordo con la troika. 

Altissima la tensione nell’isola del Mediterraneo, dove anche oggi le banche rimarranno chiuse, per evitare una corsa a prelevare denaro dai depositi. Anche le contrattazioni in borsa rimarranno sospese oggi e domani a Nicosia. Inesorabile è arrivato anche l'avvertimento di Fitch che ha posto tre banche cipriote sotto osservazione con implicazioni negative.