21/04/2014
28/08/2011

 La vittoria di Hazare

Il 'Nuovo Gandhi' sospende lo sciopero della fame, dopo che il parlamento indiano approva una sua mozione contro la corruzione. Entusiasmo a New Delhi

ghAnna Hazare, l'attivista gandhiano di 74 anni, dal 16 agosto in sciopero della fame contro la corruzione nel suo paese, ha messo fine alla sua protesta. La sospensione del digiuno, giunta al 13.mo giorno è avvenuta dopo l'approvazione all'unanimità, da parte dei due rami del Parlamento indiano, di una mozione che si impegna a prendere in considerazione un suo progetto di legge sulla lotta alla corruzione.

Migliaia di persone sulla spianata di Ramlila a New Delhi hanno accolto tra canti e applausi la decisione quando il ''Nuovo Gandhi'',  ha messo fine alla sua protesta. Prendendo la parola subito dopo, Hazare ha assicurato che “è stato l'appoggio popolare” a permettere questa vittoria.. “Vi ringrazio per la vostra lotta instancabile contro la corruzione”, ha aggiunto “condotta con metodi nonviolenti. E’ stata un grande esempio per la nazione”.

Per la stampa indiana il successo del “Popolo di Anna” è senza precedenti. Si è trattato di ''Democrazia popolare'' per l'Hindustan Times, mentre per The Times of India “Anna ha vinto questo per il popolo”. I principi che il Parlamento ha accettato di esaminare riguardano la creazione di dispositivi anti-corruzione in tutti gli Stati indiani, l'inclusione dei funzionari minori nella sfera di competenza del nuovo organismo anti-corruzione e la redazione di una solida Carta dei diritti del cittadino. Hazare sarà adesso trasferito in un ospedale per controlli medici che dureranno un paio di giorni.