30/09/2014
12/05/2011

Terremoto in Spagna.
Dieci morti

Notte di paura in Spagna, dopo che due scosse di terremoto hanno colpito, nel pomeriggio di ieri, la Murcia causando almeno dieci morti e numerosi feriti, alcuni in gravi condizioni

Notte di paura in Spagna, dopo che due scosse di terremoto hanno colpito, nel pomeriggio di ieri, la Murcia causando almeno dieci morti e numerosi feriti, alcuni in gravi condizioni. Epicentro, la città di Lorca, che ha tremato per due volte, dove sono state distrutte case e palazzi e dove è crollato il campanile di San Diego, distrutto dalla scossa delle 19, di oltre 5 gradi della scala Richter.

Nella città sono intervenuti durante la notte i servizi della protezione civile e 300 militari dell'Unità di Emergenza dell'esercito.
Diecimila gli sfollati. In molti hanno passato la notte all'aperto, nei parchi, nei cortili delle scuole, nelle piazze, per paura che la terra potesse tremare di nuovo.

Il terremoto di ieri pomeriggio è il più forte verificatosi nella Spagna sudorientale da 500 anni. Il premier socialista Zapatero e il leader dell'opposizione Mariano Rajoy, capo del Partido Popular, hanno concordato di sospendere per oggi la campagna elettorale dei rispettivi partiti per le amministrative e regionali del 22 giugno in segno di lutto e rispetto per le vittime.